Antartide: con Beyond Epica alla ricerca del clima che fu

30/11/2021 - MAECI DGSP

Crediti immagine: Rocco Ascione; Beyond Epica Oldest Ice


Parte in questi giorni in Antartide, nel sito italo-francese di Little Dome C, la prima campagna di carotaggio di Beyond Epica – Oldest Ice. Progetto di ricerca internazionale finanziato dalla Commissione europea e coordinato dall’Istituto di scienze polari del CNR, Beyond Epica mira a ottenere, attraverso l’analisi di una carota di ghiaccio estratta dalla profondità della calotta, dati sull’evoluzione delle temperature e sulla composizione dell’atmosfera, tornando indietro nel tempo di 1 milione e mezzo di anni. Si tratta di un lavoro senza precedenti per gli studi di paleoclimatologia, i cui risultati saranno preziosi per delineare i futuri trend climatici e per attuare misure di mitigazione.


Finanziato dalla Commissione europea con 11 milioni di euro, il progetto si estende per sette anni (a partire dal 2019) ed è coordinato da Carlo Barbante, direttore dell’Istituto di scienze polari del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR-ISP) e professore all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Sono dodici i centri di ricerca partner da dieci paesi, europei e non. Per l’Italia oltre al CNR e all’Università Ca’ Foscari, per l'Italia partecipa l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea), incaricata del modulo di lavoro relativo alla logistica.


Le attività del progetto Beyond Epica – Oldest Ice beneficeranno della sinergia con quelle svolte in ambito del PNRA, il Programma nazionale di ricerche in Antartide, finanziato dal MUR, coordinato dal CNR per le attività scientifiche e dall’Enea per l’attuazione operativa delle spedizioni.


Per approfondire Beyond Epica – Oldest Ice Core: https://linktr.ee/BeyondEpica_OldestIce


Foto: https://www.beyondepica.eu/en/gallery/


Video: https://www.youtube.com/watch?v=ls_inIwtAZI






Fonte: CNR

Paese: ITALIA

SSD: 00 - Diplomazia scientifica