Norvegia. Seminario sul progetto Cassandra in Artico.

18/09/2021 - ADMIN norvegia

A margine degli eventi organizzati per celebrare la conclusione della campagna scientifica della Laura Bassi in Artico, si e' svolto il 15 settembre 2021, presso il prestigioso Bjerknes Centre for Climate Research dell’Università di Bergen (UiB), un seminario sui primi risultati del Progetto Cassandra, gestito dall’Istituto di Scienze Polari e dall’Istituto Nazionale di Oceanografica e Geofisica Applicata (OGS) con il contributo del Programma di Ricerche in Artico (PRA) gestito dal CNR e dal Ministero degli Esteri.

Il progetto CASSANDRA (AdvanCing knowledge on the present Arctic Ocean by chemical-phySical, biogeochemical and biological obServAtioNs to predict the futuRe chAnges), coordinato dal Prof. Maurizio Azzaro del CNR, ha cercato di quantificare lo stato attuale dei sistemi fisici, chimici, biologici e biogeochimici di un transetto storico subartico a 75°N che attraversa il vortice del mare di Groenlandia. Nell'ambito del Synoptic Arctic Survey (SAS) (https://synopticarcticsurvey.w.uib.no) coordinato dal Bjerknes Centre, CASSANDRA ha operato con un approccio multidisciplinare, avvalendosi di protocolli comuni.

Bilde1-laura-bassi-cassandra


Al progetto CASSANDRA hanno partecipato anche giovani ricercatori italiani, fornendo opportunità di formazione e di promozione della prossima generazione di ricercatori polari.


Il nome CASSANDRA e’ stato scelto con l’auspicio che il “messaggio ambientale” riesca a penetrare l’opinione pubblica, sfatando la leggenda della profetessa inascoltata.


Nel corso del seminario – introdotto e concluso dall'Ambasciatore italiano a Oslo - il Prof. Azzaro e i giovani ricercatori componenti del suo team hanno illustrato i primi risultati delle loro ricerche condotte a bordo della nave rompighiaccio Laura Bassi.

Il direttore del progetto Synoptic Arctic Survey (SAS), Øyvind Paasche, ha illustrato l'iniziativa multinazionale che mira a raccogliere dati empirici nell'Oceano Artico con l'obiettivo di generare un set di dati che consenta una caratterizzazione completa dell'idrografia e della circolazione dell'Artico, dell'assorbimento del carbonio e dell'acidificazione degli oceani, della distribuzione e dell'inquinamento dei traccianti, del funzionamento e della produttività di organismi ed ecosistemi.

Tra i temi discussi anche la possibilita’ di rafforzare la collaborazione tra il Bjerknes Centre e il corso di dottorato di ricerca in scienze polari dell’Universita’ di Venezia, probabilmente attraverso la firma di un MoU tra le due istituzioni. Il dottorato di Ca’ Foscari e’ unico nel suo genere in Italia. 


Bilde1-laura-bassi



Fonte:

Paese: ITALIA, Svizzera, Norvegia, Regno Unito, Danimarca, Cina, Francia, Finlandia, Giappone, Federazione Russa, Svezia, Canada, Corea del Sud

SSD: 00 - Diplomazia scientifica, 02 - Scienze fisiche, 03 - Scienze chimiche, 04 - Scienze della terra, 05 - Scienze biologiche