UNESCO Science Report 2021

24/03/2022 - MAECI DGSP

Ogni cinque anni, l’UNESCO Science Report fornisce un aggiornamento delle tendenze globali nella governance della scienza. Elaborato da 70 autori provenienti da 52 paesi del mondo, l’ultima edizione della serie arriva a concludere che a livello internazionale le priorità di sviluppo si sono allineate negli ultimi cinque anni: potrebbero non essere tutte allo stesso stadio di sviluppo, ma i paesi (di tutti i livelli di reddito) ora prevedono un futuro che sia digitalmente ed ecologicamente intelligente.


In questo quadro, il Rapporto sulla scienza dell’UNESCO chiede un aumento sostanziale degli investimenti nella scienza per rendere più ecologici i modelli di sviluppo e coniugare crisi crescenti come i cambiamenti climatici, la perdita di biodiversità e le pandemie sanitarie. Poiché il rapporto copre il periodo dal 2016 all’inizio del 2021, esso tiene traccia dell’impatto della pandemia di COVID-19 sulla ricerca e l’innovazione globali.






Fonte: Apre

Paese: Brasile, Messico, ITALIA, Svizzera, Spagna, Australia, Norvegia, Repubblica Ceca, India, Regno Unito, Danimarca, Cina, Germania, Cile, Sudafrica, Serbia, Francia, Finlandia, Austria, Giappone, Vietnam, Federazione Russa, Paesi Bassi, Egitto, Argentina, Singapore, Malesia, Lituania, Svezia, Israele, Canada, Corea del Sud, Stati Uniti d'America, Belgio

SSD: 01 - Scienze matematiche e informatiche, 02 - Scienze fisiche, 03 - Scienze chimiche, 04 - Scienze della terra, 05 - Scienze biologiche, 06 - Scienze mediche, 07 - Scienze agrarie e veterinarie, 08 - Ingegneria civile e Architettura, 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione, 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche, 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche, 12 - Scienze giuridiche, 13 - Scienze economiche e statistiche, 14 - Scienze politiche e sociali