Washington - webinar sulle tecnologie per l'idrogeno

14/09/2021 - MAECI DGSP

 Nell'ambito delle iniziative sulla transizione energetica, l'Ambasciata d'Italia a Washington ha organizzato il 9 settembre 2021 il seminario virtuale 'Perspective of Hydrogen Technologies'.


Il webinar, moderato dalla giornalista di The Hill, Rachel Frazin, esperta di temi energetici e ambientali, ha visto gli interventi, da parte americana, della Dr. Sunita Satyapal, Direttrice dell'Hydrogen and Fuel Cell Technologies Office del Dipartimento dell'Energia, e di due esperti provenienti da Centri di Ricerca di elevata reputazione internazionale, con programmi avanzati in ambito energetici: Robert Armstrong, Direttore di MIT Energy Initiative e Rod Borup, Direttore del Fuel Cell Program presso Los Alamos National Laboratory.


Il lato italiano ha visto la partecipazione dei rappresentanti di ENI, ENEL e SNAM, aziende leader nei rispettivi settori, che stanno accrescendo fortemente la loro presenza negli USA: Andrea Pisano (Head - Energy Evolution Integrated Initiatives ENI), Cosma Panzacchi (Head - Hydrogen Business Unit USA) e Filippo Bartoloni (Head - Hydrogen Project Development for Global Power Generation Team ENEL).


Nell'aprire i lavori, l'Ambasciatrice italiana Zappia ha menzionato il recente rapporto 'Climate Change 2021 - Physical Science basis' preparato dal panel intergovernativo sui cambiamenti climatici, che stima ormai inevitabile un incremento medio della temperatura globale di 1,5 gradi rispetto ai livelli pre-industriali, entro il 2040 e un ulteriore riscaldamento nei 10 anni successivi. L'ambasciatrice ha quindi ricordato come l'Italia abbia predisposto una strategia nazionale per l'idrogeno, in linea con quella europea che prevede nel breve medio termine (fino al 2030) applicazioni nell'ambito della mobilita', raffinazione e degli impianti chimici e dal 2050 un contributo importante alla de-carbonizzazione dei settori manifatturieri ad alta intensita' energetica.


La Dr. Satyapal ha  richiamato i due principali obiettivi dell'Amministrazione USA: zero emissioni nette entro il 2050 e completa de-carbonizzazione del settore elettrico entro il 2035, sottolinenando a seguire l'importanza della collaborazione internazionale, aperta alla partecipazione di studenti, ricercatori e professionisti di tutto il mondo.


La discussione che ne e' seguita si e' avvalsa del contributo di tutti i relatori e delle sollecitazioni poste dai numerosi partecipanti e si e' focalizzata sui seguenti aspetti prioritari: a) metodologie di produzione dell'idrogeno; b) infrastrutture per il trasporto; c) applicazioni rilevanti; d) benefici per l'ambiente nel medio e lungo termine. Si e' condivisa l'opportunita' di procedere con un approccio integrato che da un lato favorisca lo sviluppo delle tecnologie necessarie a ridurre i costi della produzione di idrogeno verde, dall'altro si avvalga delle forme tradizionali di energia rinnovabile, delle prospettive della fusione nucleare, e soprattutto della progressiva elettrificazione.


Dall'incontro è emersa la necessita' di promuovere con crescente intensità la cooperazione internazionale tra attori del sistema industriale, accademico, e istituzionale, al fine di sviluppare le tecnologie e le policy utili ad accelerare il processo di transizione verso la de-carbonizzazione.







Fonte: Ambasciata d'Italia a Washington

Paese: ITALIA, Stati Uniti d'America

SSD: 02 - Scienze fisiche, 03 - Scienze chimiche, 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione