Fisica atmosferica delle alte energie: una collaborazione di eccellenza fra Italia e Norvegia al Birkeland Centre for Space Science

08/06/2021 - ADMIN norvegia

Sapete che la nostra atmosfera è sede dei processi naturali di accelerazione di particelle più energetici che esistano sulla terra? E sapete che un’importante parte della ricerca su questi fenomeni si svolge sia in Norvegia sia in Italia, e tramite una collaborazione di successo fra i due paesi?

Il Birkeland Centre for Space Science (BCSS) (https://birkeland.uib.no/) è un centro di eccellenza norvegese inaugurato nel 2013 con sede centrale presso il Dipartimento di Fisica e Tecnologia dell’Università di Bergen, Norvegia, e dedicato a rispondere alla domanda fondamentale: ‘come interagiscono fra loro la Terra e lo spazio?’. Il direttore del centro è il Prof. Nikolai Østgaard.


L’attività scientifica del centro è organizzata in tre gruppi, uno dei quali (Hard Radiation from Thunderstorms, HRT) si occupa dei fenomeni di alta energia di origine atmosferica, associati all’attività elettrica nelle nubi temporalesche e ai fulmini. Il più notevole di questi fenomeni è costituito dai Lampi Gamma Terrestri (Terrestrial Gamma-ray Flashes, TGF), brillanti e brevissimi lampi di raggi gamma. I TGF hanno durate inferiori ad un millesimo di secondo, energie fino a 500 volte quelle tipiche di una radiografia al torace, e sono così intensi da poter essere rivelati dallo spazio, a centinaia di chilometri di distanza.

Nel 2016 il Dr. Martino Marisaldi ha assunto il ruolo di Professore Associato all’Università di Bergen e di co-leader del gruppo HRT del Birkeland Centre, dopo aver maturato 15 anni di esperienza presso l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), sede di Bologna, dove si è principalmente occupato di rivelatori di alta energia per applicazioni spaziali e dello studio di sorgenti gamma transienti. In particolare, ha contribuito alla progettazione e alla costruzione dello strumento Mini-Calorimetro (MCAL) a bordo del satellite AGILE, una piccola missione dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) dedicata all’esplorazione del cosmo nei raggi X e gamma, lanciata del 2007 e ancora pienamente operativa.


AGILE è uno dei pochi satelliti in grado di rivelare i TGF, e il Prof. Marisaldi ha avuto un ruolo cruciale nel far riconoscere AGILE come una delle missioni di riferimento nel campo a livello internazionale. Al Birkeland Centre, il Prof. Marisaldi continua la collaborazione con il team della missione AGILE finalizzata allo studio dei TGF. Da questa collaborazione sono scaturiti finora cinque pubblicazioni scientifiche in riviste internazionali di alto livello, e contributi fondamentali ad una Tesi di Master e a tre Tesi di Dottorato, sia di studenti italiani sia norvegesi. In particolare, il lavoro di due studenti di dottorato al Birkeland Centre è sfociato nel terzo catalogo dei TGF di AGILE, disponibile per la comunità scientifica e per tutti gli interessati sul sito web dello Space Science Data Center dell’Agenzia Spaziale Italiana (https://www.ssdc.asi.it/mcal3tgfcat ).


Il Birkeland Centre condivide anche la responsabilità per la costruzione e l’analisi dei dati scientifici della missione ASIM a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, una missione dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) operativa dal 2018 e dedicata allo studio dei TGF e dei fenomeni transienti luminosi in alta atmosfera. Nell’ambito di un progetto congiunto ASI – INAF, verranno installati una serie di rivelatori di alta energia presso una stazione meteo sugli Appennini, e il team scientifico di questo progetto utilizzerà anche i dati ASIM in collaborazione con il Birkeland Centre.

Quindi, la collaborazione in corso fra Norvegia e Italia nel campo della fisica atmosferica delle alte energie è a tutti gli effetti una collaborazione reciproca, con benefici per entrambi i paesi.






Fonte: Ambasciata d'Italia a Oslo

Paese: Norvegia

SSD: 00 - Diplomazia scientifica, 02 - Scienze fisiche, 03 - Scienze chimiche, 04 - Scienze della terra