Argentina

Ricerca e innovazione in Argentina


L’Argentina si è tradizionalmente caratterizzata come una nazione con uno sviluppo sociale ed economico di spicco nella regione sudamericana. Il sistema nazionale delle scienze e tecnologie è caratterizzato da una crescita graduale che ha portato allo 0,6% del PIL gli investimenti nel settore. L’indicatore di 3 ricercatori per unità di popolazione economicamente attiva colloca l’Argentina in una posizione di rilevanza e al primo posto in Sud America. Il Paese vanta tre Premi Nobel nelle scienze: Bernardo Alberto Houssay e César Milstein, premi Nobel per la medicina nel 1947 e nel 1984; Luis Federico Leloir, premio Nobel per la chimica nel 1970.


Nel panorama delle relazioni scientifiche e tecnologiche bilaterali con l’Argentina, il settore aerospaziale rappresenta un chiaro esempio d’eccellenza, in particolare con il SIASGE, il Sistema Italo-Argentino Satellitare per la Gestione delle Emergenze. Un progetto di cooperazione tra l’Agenzia Spaziale Italiana - ASI e la Comisión Nacional de Actividades Espaciales - CONAE, costituito da due satelliti argentini (SAOCOM 1A/1B) e quattro satelliti della costellazione italiana COSMO-SkyMed. I sei satelliti si trovano in orbite polari alla stessa altezza, in diversi piani orbitali, in modo tale che il sistema funzioni e garantisca un’osservazione vasta della Terra: ciò consente un monitoraggio quasi in tempo reale, giacché l’aggiornamento dei dati avviene ogni dodici ore, fornendo così informazioni fondamentali per il monitoraggio e l’analisi delle emergenze.


Le tematiche della bio-economia, e più in particolare le tecnologie alimentari, sono tra le priorità previste per i progetti finanziati nell’ambito degli accordi bilaterali con l’Italia. Le energie rinnovabili sono un altro settore strategico con ottime collaborazioni sul litio e sulle batterie di nuova generazione per i veicoli elettrici.


Un capitolo a parte merita il settore dell’energia nucleare, nel quale l’Argentina vanta standard scientifici e tecnologici di livello internazionale, come in ambiti collegati quali la medicina nucleare e la fisica delle alte energie oggetto della storica collaborazione tra l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - INFN e la Comisión Nacional de Energía Atómica - CNEA, recentemente proiettata nella realizzazione di un laboratorio di fisica delle particelle sotto la Cordigliera delle Ande. L’Argentina, inoltre, ha da tempo intrapreso rilevanti progetti internazionali di astrofisica, quali il laboratorio Pierre Augier (Malargüe, Mendoza) e il Qubic (San Antonio de los Cobres, Salta), sempre in partnership con l’Italia.


La medicina argentina ha raggiunto un ottimo livello e sono in atto rapporti scientifici con l’Italia nei settori dell’oncologia, della cardiologia, dei trapianti, della medicina del lavoro e della nutrizione; alto è l’interesse verso lo sviluppo di collaborazioni per la gestione delle malattie endemiche regionali.


Rilevanti sono anche le collaborazioni scientifiche tra l’Italia e l’Argentina sull’Antartide (con l’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale - l’OGS di Trieste, nell’ambito del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide - PNRA), la criosfera (con l’Istituto delle Scienze Polari - ISP del Centro Nazionale delle Ricerche - CNR), la vulcanologia (con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - INVG e El Centro Internacional de Ciencias de la Tierra - ICES). A queste si aggiungono l’accordo tra il CNR e il Consejo Nacional de Investigaciones Científicas y Técnicas - CONICET e oltre 600 accordi di collaborazione accademica tra università argentine e italiane.

Indici d'innovazione e produzione scientifica - Argentina

Global Innovation Index 2021 | Scimago Country Ranking 2020

INDICE RANK
73
47
61
29
36
76