Sudafrica

Ricerca e innovazione in Sudafrica

La spesa del Sudafrica in Ricerca e Sviluppo (R&S) nel periodo 2019/2020 è stata di 34,485 miliardi di Rand, corrispondenti a 0,62 % del PIL. Il dato fa segnare una riduzione del 10 % nella spesa rispetto al periodo 2018/2019, dovuta principalmente ad una riduzione di circa un terzo nella spesa in R&S del settore privato, che si attesta al 31 % del totale. Il Sudafrica rimane comunque tra i principali promotori di ricerca, sviluppo ed innovazione del continente africano.


Il settore che registra la maggiore spesa in R&S è quello medico (circa un quinto della spesa), seguito dalle scienze sociali (16,9%) e dagli studi in campo ingegneristico (13,4%). Rispetto al biennio 2018/2019, solo la spesa per la ricerca finalizzata al contrasto delle malattie trasmissibili e tubercolosi, HIV/AIDS e malaria ha visto una diminuzione dello 0,3%. La netta diminuzione della spesa in R&S del settore privato è stata parzialmente contrastata dalla spesa del settore pubblico che ha permesso di incrementare gli investimenti nella ricerca sui cambiamenti climatici, l’ambiente, le biotecnologie, le nanotecnologie, i nuovi materiali e lo spazio.


Nel Paese sono presenti 26 istituzioni universitarie pubbliche e diverse Istituzioni, Strutture ed Enti Pubblici di Ricerca che impiegano circa 115 ricercatori di nazionalità italiana che sono riuniti in due associazioni: NIRC (https://nircblog.wordpress.com/) e NIRNEP (https://nirnep.wordpress.com/). 

Tra gli Enti principali, il Council for Scientific and Industrial Research, lo Human Sciences Research Council, il South African Astronomical Observatory, il South African Radio Astronomical Observatory – a cui fa capo l’ambizioso progetto internazionale Square Kilometre Array – il South African Institute for Acquatic Biodiversity, il South African Environmental Observation Network, l’IThemba Laboratory for Accelerator-Based Sciences, la South Africa National Space Agency, la National Research Foundation e la Academy of Science of South Africa. 


Il sostegno allo sviluppo tecnologico è compito della Technology Innovation Agency, su mandato del Ministero della Scienza e dell'Innovazione, con attenzione particolare alle aree di interesse strategico nazionale: farmer to pharma; spazio, scienza e tecnologia; sicurezza energetica e global challenges. TIA favorisce la realizzazione degli obiettivi nazionali nei settori prioritari (Water and Food security; Disease burden; Safety and Security) e facilita la diffusione della bio-economia in agricoltura e nei settori della salute e dell’industria. L’Agenzia opera in accordo con le politiche industriali prioritarie nazionali: manifattura avanzata e industria 4.0; uso delle risorse naturali; ICT; competitività globale.


Informazioni dettagliate sul panorama di R&S in Sudafrica sono disponibili nei “South African National Survey Of Research And Experimental Development” Statistical reports, accessibili al seguente indirizzo: http://www.hsrc.ac.za/en/departments/cestii/reports-cestii

Indici d'innovazione e produzione scientifica - Sudafrica

Global Innovation Index 2021 | Scimago Country Ranking 2020

INDICE RANK
61
31
44
39
32
40