Malesia

Ricerca e innovazione in Malesia

Ricerca e innovazione in Malaysia

La Malaysia è un paese in fortissimo sviluppo economico che negli ultimi anni non è più dipendente dalla sola produzione ed esportazione di materie prime, ma è diventata un leader mondiale nella produzione di componenti elettronici e nell’assemblaggio di autoveicoli.


La Ditigital Free Trade Zone istituita nel 2016 si rivolge ad aziende attive nell’ e-commerce. Gli investimenti pubblici e privati in R&D ammontano, similmente all’Italia a circa 1,3% del GDP con buoni risultati nel campo dell’Innovazione. I settori scientifici più sviluppati riguardano le applicazioni tecnologiche e ingegneristiche, il campo biomedicale, il settore agrifood ma anche i settori relativi alle scienze di base e scienze naturali.


In campo accademico le Università malesi stanno emergendo rapidamente nel panorama internazionale. Fra queste eccelle la Universiti Malaya (UM) che ha raggiunto il 70° posto mondiale nel ranking QS 2020. Ottime anche sono Universiti Putra Malaysia (UPM), Universiti Kebangsaan Malaysia (UKM), Universiti Sains Malaysia (USM) e Universiti Teknologi Malaysia tutte con un ranking fra circa il 150° e il 200° posto. Attualmente non c’è un accordo scientifico e tecnologico fra Italia e Malaysia e ci sono solamente solo una decina di accordi interuniversitari in campo STEM.


Recentemente è stato costituito, grazie al Politecnico di Torino, il MICEMS, un centro di eccellenza congiunto per ricerche nel settore matematico. Nel campo aerospaziale si registra una crescente collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). L’aerospazio infatti, insieme ad altri settori come l’energia, l’elettronica, i cambiamenti climatici e ambientali, è una fra le materie di maggior interesse comune in campo sceintifico e tecnologico.

Indici d'innovazione e produzione scientifica - Malesia

2021

INDICE RANK
33
33
24
17
42
58